Campli

Posizione geografica ed origini

Situata in provincia di Teramo, all’interno della Comunità Montana dei Monti della Laga, la cittadina di Campli conta poco meno di ottomila abitanti. Il territorio di Campli si trova geograficamente a cavallo tra le province di Ascoli Piceno e di Teramo. Per quanto riguarda le origini della cittadina, in località Campovalano è venuta alla luce un’importante necropoli che testimonia da un lato l’origine antichissima della città di Campli, dall’altra i forti rapporti esistenti tra le popolazioni indigene medio-adriatiche ed altre popolazioni quali Greci ed Etruschi.

Qualche cenno di storia

Per ciò che concerne la storia della cittadina, abbiamo testimonianze di un intenso periodo romano, cominciato nel 462 con la caduta dei Sanniti per mano dei Romani. A conferma di quanto detto, oltre ad alcune monete rinvenute a Battaglia, vale la pena di ricordare un frammento del sarcofago di Aurelio Andronico rinvenuto all’interno della necropoli romana di Campovalano ed un frammento di epigrafe dedicata a Giulio Cesare, rinvenuto in località Campovalano sotto l’altare della chiesa di San Pietro.

Altre notevoli tracce della storia della cittadina risalgono poi ad un’epoca successiva, ed in particolare al Medio Evo. Ci riferiamo, in primo luogo, ad un frammento di un documento notarile risalente all’894 riguardante una cessione di un terreno tra un conte ed un vescovo della zona, nel quale appunto viene citata la cittadina di Campli. 

Le vicende di Campli seguono poi, nei secoli successivi, un percorso che porterà la cittadina ad essere via via comune, feudo sotto i Farnese, città con annesso vescovato a seguito di una Bolla papale emessa da Clemente VIII ed infine città borbonica dopo il 1860.

Da vedere

Da non perdere è sicuramente la Scala Santa, fatta costruire nel 1776 in occasione del Giubileo. Si tratta di una scala di ventotto gradini in legno di ulivo che andava percorsa dai fedeli in ginocchio al fine di ottenere l’indulgenza plenaria delle colpe, proprio come avveniva sulla Scala Santa a Roma.

Da vedere è anche il Museo Archeologico Nazionale e Palazzo Farnese, un raro e mirabile esempio di struttura architettonica risalente al periodo medievale. Il palazzo risale al 1400 ma un’iscrizione presente sulla facciata reca la data del 1520, data in cui si suppone abbia avuto luogo una notevole operazione di restauro.

Vale la pena poi di fare una visita alla Casa del Medico ed alla Casa dello Speziale, entrambe porticate ed entrambe risalenti al Medio Evo.

Scopri le nostre tariffe

Per conoscere i prezzi della nostra struttura, le offerte, i pacchetti
o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci o visita la pagina del listino.

RICHIEDI DISPONIBILITÀ VAI AL LISTINO

DICONO DI NOI

BENVENUTI

All’Hotel Ambassador di Tortoreto Lido la nostra filosofia è "nessuna richiesta è troppo grande, nessun dettaglio è troppo piccolo". Il nostro unico obiettivo è quello di rendere a tutti gli ospiti dell'hotel un soggiorno piacevole e confortevole, semplicemente perché la nostra passione è quella di prevenire e soddisfare le vostre più alte aspettative. Siamo pronti a rendervi ospiti a 4 stelle.

Berardo Varani
General Manager Hotel Ambassador Tortoreto

UNA REGIONE ... 1000 IDEE

PRENOTA ONLINE