Dalle Valli Teatine agli Eremi della Maiella

Una spiritualità che si traduce nell’attività, questo fu San Camillo De Lellis, cui Bucchianico diede i natali: una vita per i malati e gli infermi, un percorso di fede che ancora oggi è possibile ripercorrere.

L’escursione religiosa che arriva fino agli eremi della Majella, a strapiombo sulle alture e protetti dal silenzio delle valli, parte dell’antico borgo di Bucchianico, in cui si possono visitare chiesa e convento di San Francesco, risalenti all’epoca tardo medioevale, così come la chiesa dedicata a Santa Chiara, edificata appena fuori il centro abitato.

Bucchiacchio diede i natali a San Camillo De Lellis, fondatore dell’ ordine dei Chierici Regolari Ministri degli Infermi, il cui principale voto fu e continua ad essere quello di occuparsi dei malati e degli infermi. Il suo santo cuore è ora una importante reliquia che il paese di Bucchianico custodisce con devozione.

L’itinerario prosegue per la città di Chieti, che in epoca romana era conosciuta con il nome di Teate. Proprio a Chieti si può ammirare, nel Museo Archeologico Nazionale, il simbolo dell’Abruzzo: il Guerriero di Capestrano, la statua risalente al VI a.C che raffigura un guerriero italico con un ampio cappello.

Chieti è un luogo in cui la cultura e la spiritualità sono presenti con edifici e monumenti di rara bellezza, come l’imponente Cattedrale di San Giustino, in cui è presente una scultura d’argento rappresentante il santo creata dall’orafo Nicola di Guardiagrele.

A Manopello si trova invece una delle effigi principali della cristianità, il sacro velo di Veronica, che, assieme alla Sacra Sindone conservata a Torino, è uno dei teli in cui è impresso il volto di Cristo. L’effige è conservata nel Convento dei Cappuccini accanto al Santuario del Volto Santo. Risalendo la Majella, ecco il paese di Serramonacesca, in cui si trova l’Abbazia benedettina di S. Liberatore a Majella e il vicino eremo di Sant’Onofrio, edificata in epoca medioevale è ancora una delle principali attrazioni per una tipologi di turismo che cerca percorsi spirituali legati ai luoghi di fede.

Dalla Majella si percorrono poi le strette stradine che portano a Roccamorice e all’Eremo di Santo Spirito.

Scopri le nostre tariffe

Per conoscere i prezzi della nostra struttura, le offerte, i pacchetti
o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci o visita la pagina del listino.

RICHIEDI DISPONIBILITÀ VAI AL LISTINO

DICONO DI NOI

BENVENUTI

All’Hotel Ambassador di Tortoreto Lido la nostra filosofia è "nessuna richiesta è troppo grande, nessun dettaglio è troppo piccolo". Il nostro unico obiettivo è quello di rendere a tutti gli ospiti dell'hotel un soggiorno piacevole e confortevole, semplicemente perché la nostra passione è quella di prevenire e soddisfare le vostre più alte aspettative. Siamo pronti a rendervi ospiti a 4 stelle.

Berardo Varani
General Manager Hotel Ambassador Tortoreto

UNA REGIONE ... 1000 IDEE

PRENOTA ONLINE