L'Abruzzo - Il Folklore

La Festa di Sant'Andrea

Uno degli eventi più folkloristici della città di Pescara è la Festa di Sant’Andrea, che si svolge ogni anno l’ultima domenica di luglio. Si tratta di una festa religiosa volta a festeggiare Sant’Andrea Apostolo, protettore della marineria di Pescara e dei pescatori. Per questa ragione gran parte della festa – oltre alla messa – si svolge proprio in mare. Una processione porta la statua del santo fino al porto, dove ad attenderla troverà una piccola flotta di barche; una di queste dovrà trasportare la statua del santo, assieme al parroco, alle autorità cittadine e ad un gruppo di pescatori. Al termine della processione, viene gettata in mare una corona d’alloro in memoria dei caduti in mare. Dopodichè la festa prosegue, coinvolgendo tutta la cittadinanza. Si giunge così all’ultima sera della festa, la cosiddetta notte degli spari, quando i pescaresi possono assistere ad un lungo e coreografico spettacolo di fuochi pirotecnici in riva al mare.

La Giostra Cavalleresca

La Giostra Cavalleresca si tiene ogni anno a Sulmona durante l’ultimo fine settimana di luglio. Si tratta di un vero e proprio torneo che affonda le sue radici nel Rinascimento. Un cavaliere a cavallo impugna una lancia ed effettua per tre volte consecutive un assalto contro un bersaglio umano, chiamato “mantenitore”. La versione originale prevedeva due giostre, una in aprile e la seconda in agosto. Attualmente viene allestita solamente nel mese di luglio, nella piazza principale della città, che viene opportunamente allestita con sabbia importata per consentire la corsa dei cavalli.Sette cavalieri, rappresentanti i tre borghi ed i quattro sestieri nei quali si divide Sulmona si ritrovano in piazza per un vero e proprio palio.

La Ruzzica

Il gioco della Ruzzica è un gioco tipico del carnevale di Tussio, un piccolo paesino situato nella parte più interna della regione. La ruzzino è un pezzo di legno di forma cilindrica avente un diametro di circa una trentina di centimetri. La tradizione vuole che durante il carnevale si giochi alla ruzzica facendo rotolare l’oggetto lungo i vicoli del paese attraverso un percorso predefinito. L’obiettivo è arrivare a colpire per primi la porta di una cantina ed ottenere il vino che essa contiene e che è stato appositamente messo in palio per il vincitore del gioco.

Lo Zirè

Tipico de L’Aquila è invece lo zirè, un gioco che per certi versi potrebbe ricordare il moderno baseball. Lo zirè è un bastoncino di circa 10cm di lunghezza, avente le estremità appuntita. I partecipanti al gioco devono colpire lo zirè con un’apposita mazza cercando di lanciarlo il più lontano possibile.

Scopri le nostre tariffe

Per conoscere i prezzi della nostra struttura, le offerte, i pacchetti
o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci o visita la pagina del listino.

RICHIEDI DISPONIBILITÀ VAI AL LISTINO

DICONO DI NOI

BENVENUTI

All’Hotel Ambassador di Tortoreto Lido la nostra filosofia è "nessuna richiesta è troppo grande, nessun dettaglio è troppo piccolo". Il nostro unico obiettivo è quello di rendere a tutti gli ospiti dell'hotel un soggiorno piacevole e confortevole, semplicemente perché la nostra passione è quella di prevenire e soddisfare le vostre più alte aspettative. Siamo pronti a rendervi ospiti a 4 stelle.

Berardo Varani
General Manager Hotel Ambassador Tortoreto

UNA REGIONE ... 1000 IDEE

hotel tortoreto, hotel abruzzo, hotel tortoreto lido, albergo tortoreto, hotel 4 stelle abruzzo, hotel mare abruzzo
PRENOTA ONLINE